March 20, 2017

February 10, 2017

January 16, 2017

Please reload

Recent Posts

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Featured Posts

Tecniche di anca

October 1, 2015

 

Il maestro Jigoro Kano, quando strutturò il programma tecnico del Judo, il Kodokan, raggruppò le tecniche secondo specifici criteri creando il Go-Kyo ( i 5 principi ), il compendio delle tecniche di proiezione. Nel corso del ventesimo secolo, il Go-Kyo no waza rimase pressochè invariato fino agli anni ’80 e ’90, quando venne arricchito di ulteriori 27 tecniche, portandolo a un totale di 67 tecniche. All’interno di questo elenco esistono proiezioni di vario genere, come le tecniche di braccia, quelle di gambe come le spazzate o le falciate, quelle di sacrificio e quelle di anca. Oggi ci soffermeremo su queste ultime.

 

Le tecniche di anca portano nel nome la parola –goshi (o koshi) e sono caratterizzate dal fatto che lo sbilanciamento e il sollevamento di uke avvengono usando l’anca come fulcro della rotazione. Nell’esecuzione della proiezione è dunque fondamentale che tori porti a contatto con uke il bacino, in modo da poter applicare la rotazione proprio in quel punto. I fattori che influenzano la riuscita della tecnica sono lo sbilanciamento di uke, come per ogni altra proiezione, e la linea che tori imposta durante l’esecuzione. Infatti, affinchè uke possa ruotare sull’anca, è necessario che tori sia posizionato di traverso e non ostacoli il movimento avversario con il proprio busto.

 

 

Prendiamo a esempio ogoshi, la prima tecnica di anca che studiamo. Tori si avvicina a uke, alzandolo e sbilanciandolo con una decisa torsione delle braccia. Successivamente si posizione sotto di lui, flettendo le gambe e appoggiando l’anca contro quella di uke. Per ultimo ruota il busto e solleva uke facendo forza sulle gambe. Il baricentro di uke viene spostato in avanti e lui cade girando intono al bacino di tori. L’utilizzo dell’anca come fulcro della rotazione permette il sollevamento di avversari più pesanti di noi, poiché tutto il peso viene scaricato direttamente sull’anca e sulle gambe, senza interessare la schiena.

 

Quale è, secondo voi, la posizione ottimale dei piedi e del corpo di tori nelle proiezioni di anca?

Lo scopriremo negli approfondimenti di questo mese!

Please reload

Follow Us